info@ateliercresco.it

+39 393 9110087

St. Antonio Provolo 25 Verona

Donna, moglie… E meravigliosamente mamma!

Diventare mamma è un evento straordinario

La maternità è un evento unico, non solo per l’arrivo di un nuovo membro della famiglia, ma anche per la trasformazione alla quale ogni donna va incontro. Molte sono le dinamiche che ruotano attorno al lieto evento, in questo articolo cercheremo di affrontare le più comuni grazie anche all'aiuto di esperti.


I primi mesi dopo il parto, raccontati da Michela Magagnotti, ostetrica:

"Il periodo più difficile per tutte le neo mamme sono i primi mesi dopo il parto, noi ostetriche lo sappiamo bene. Il corpo che in gravidanza si è trasformato, sembra non tornare più lo stesso: oltre agli inestetismi come smagliature, ci sono le perdite, i punti e le cicatrici.
Nel post parto è normale sentirsi senza energie in un momento in cui è necessario un maggiore sforzo fisico per accudire il vostro bambino."
Queste sensazioni fanno parte della cosiddetta "baby blues": una sintomatologia del tutto fisiologica che riguarda più del 70% delle neo mamme e che tende a scomparire nel giro di 15 giorni.
I motivi alla base di questi momenti di sconforto, sono diversi e vanno dal forte calo di estrogeni e progesterone che subentra dopo il parto, allo stress emotivo, alla fatica psicofisica del travaglio, al cambiamento radicale dei ritmi della propria vita.
Molte donne però, non sono preparate, e quando provano queste emozioni si spaventano, si confondono e spesso si giudicano male.


Come affrontare al meglio questo delicato periodo di transizione?

Abbiamo raccolto sei preziosi consigli pratici rivolti sia alle mamme che ai papà, utili per vivere con più serenità il periodo post parto:
  • ALIMENTAZIONE SANA: mangiare bene è di supporto per molti dei problemi di stanchezza, di intestino e di umore; inoltre aiuta a recuperare velocemente energia e buonumore!
  • PROGRAMMA LA SPESA: dispensa e freezer diventano ottimi alleati in questo periodo. Fare una grande spesa, comprando prodotti da conservare in dispensa a lunga scadenza (legumi, pasta, verdure e zuppe surgelate) o carne e pesce da congelare aiuta a ottimizzare i tempi e le energie.
  • SOCIALITÀ: Frequentare gruppi di neo genitori, partecipare a incontri organizzati dedicati al post parto sia fisici che on line aiuta moltissimo: infatti la condivisione dell’esperienza aiuta a ridurre le paure irrazionali, i pensieri negativi e gli stati d’ansia e fa sentire meno sole.
In particolare per i papà:
  • FELICEMENTE IN DUE : Offrire aiuto nei lavori domestici, mostrarsi disponibili all’ascolto e al dialogo e allo stesso tempo esprimere tranquillamente i propri pensieri e le proprie emozioni.
  • NON SOLO MAMMA: spingere la vostra compagna a coltivare i suoi interessi e attività per lei piacevoli e ricreative

Un aiuto prezioso...

Infine, un aiuto davvero prezioso e concreto può arrivare dall’ostetrica che per tutto il primo anno di vita, aiuta ad affrontare le piccole grandi sfide quotidiane, come:
  • Comprendere i segnali del bambino (il pianto, il ritmo sonno-veglia, il bisogno di contenimento)
  • Valutare la crescita del bambino
  • Imparare a portarlo e “maneggiarlo con cura”
  • Ricevere sostegno durante l’avviamento e la continuazione dell’allattamento al seno
  • Ricevere accompagnamento nel passaggio a un'alimentazione artificiale consapevole
  • Prendersi cura della cicatrice da cesareo o da lacerazione perineale
... E molto altro in base alle esigenze della famiglia.
Per aiutarvi in questo, care mamme, dovete sapere che alcuni comuni della provincia di Verona aderiscono al progetto Prontomamma® grazie al quale regalano ai propri cittadini due visite domiciliari nel dopo parto con un’ostetrica. Di seguito la pagina del progetto per scoprire se il vostro comune di residenza ne usufruisce. (http://www.nascitanaturale.com/prontomamma/ )
Qualora il vostro comune di residenza non aderisse al progetto, esistono moltissime ostetriche libere professioniste a Verona che, all’interno di consultori o associazioni sul territorio, lavorano prestando assistenza a domicilio.


Mamma, donna e compagna felice

Care mamme, non dimenticatevi mai che siete anche compagne, ma soprattutto, che siete DONNE. Se fiorite voi, lo faranno anche vostro figlio e la vostra relazione di coppia. Far stare bene la donna, la mamma e la compagna che è in voi, significa spesso riportare in equilibrio tutta la famiglia. Inoltre mamme, non pensate MAI di essere sole; con voi c’è la vostra storia di figlie, che mai come ora riaffiora nella mente e nella pancia. Rivivere la vostra storia, con l’aiuto di un professionista, psicologo o psicoterapeuta, è la chiave per acquisire consapevolezza e coraggio.
Parla Valentina Argentieri, Psicologa specializzata in età evolutiva e sostegno alla genitorialità:

"Sono tanti gli eventi che travolgono una mamma dopo il parto: un bimbo da accudire, un rapporto di coppia da aggiornare, un nuovo fisico da accettare... insomma, una vita da riorganizzare! Le mamme sono esseri umani e l’amore che provano verso il loro piccolo non può annullare dubbi, timori, senso di incapacità, sensi di colpa, fatica e insofferenza." 
Quindi, come affrontare dal punto di vista emotivo i primi mesi di vita con un/una figlio/a? 
  • Non cercare di essere una super mamma! Non è necessario fare tutto da sola: l’aiuto di mamme, nonne, zie, amiche e partner può essere molto prezioso. 
  • Fai in modo di ritagliarti qualche momento di relax: una doccia senza timer, una lettura, una passeggiata da sola. Piccoli momenti di pausa permettono di staccare la spina dalla routine intensa e stancante; inoltre permettono poi di tornare a dedicarsi al/alla piccolo/a con maggiore serenità e pazienza. 
  • Dí addio alla perfezione: un bambino ha bisogno di un sentimento vero non di un affetto perfetto; così come non ha bisogno di una mamma perfetta ma di un genitore sufficientemente buono. Una mamma sufficientemente buona è una mamma spontanea, vera, che accetta di avere paure, preoccupazioni, momenti di crisi e stanchezza. È anche una mamma che è in grado di trasmettere ai propri figli tutta la sicurezza e l’amore di cui essi hanno bisogno. 

E ricordate sempre… Care mamme, siete delle donne straordinarie!

To Top ↑